Bigdata.it
Condividi
Scroll Down
Back to home

Come utilizzare al meglio una lista contatti

Let's Start
//Come utilizzare al meglio una lista contatti

Hai una lista di anagrafiche, ma non sai come ottimizzarla per ottenere i risultati migliori?

Ci sono poche caratteristiche che una lista di contatti deve avere per poter essere performante, ma sono fondamentali.

Analizziamole per punti.

1. Liste contatti altamente profilate

Cosa vuol dire? Che le anagrafiche sono raccolte sulla base delle esigenze specifiche di un call center o un’azienda.

Ci sono vari modi per soddisfare tali esigenze: campagne di lead generation rivolte ad un bacino di utenti con specifiche caratteristiche demografiche e di interessi; applicazione di filtri alle campagne di email marketing.

Per esempio: hai bisogno di una lista di contatti di utenti interessati ad una nuova offerta ADSL nella provincia di Milano? È buona prassi acquisire quei contatti rivolgendo la campagna di lead generation ad utenti che abbiano espresso interesse verso le compagnie telefoniche, l’ADSL e che siano geolocalizzate nella provincia di Milano.

Se le liste sono ben profilate e aggiornate, si ha maggiore probabilità di convertire il lead (il contatto) in cliente e convincerlo a finalizzare l’eventuale acquisto.iste di contatti calde

2. Liste di contatti calde

Un contatto è caldo se è gestito dall’operatore a poca distanza dalla raccolta. Meno tempo trascorre, più le possibilità che il contatto diventi un effettivo cliente sono alte.

Questo perché l’utente ha da poco compilato un modulo contatti, letto una mail o visitato un sito web e, di conseguenza, ricorda ancora bene l’eventuale offerta o informazione. Ed è più propenso ad ascoltare un operatore telefonico o a leggere un’ulteriore email.

In questo caso, la lista contatti viene inviata in tempo reale a chi dovrà contattare gli utenti.

3. Liste di contatti con dati verificati

Si definisce Verifica Double Opt-In quella che prevede due passaggi per confermare il modulo d’iscrizione. Ovvero, una volta compilato il modulo, l’utente riceverà una mail di conferma d’iscrizione all’indirizzo mail inserito. Sarà necessario che la persona clicchi su un link nella mail per confermare la veridicità dei dati inseriti.

Il Double opt-in non è obbligatorio per legge, ma è un meccanismo che permette di verificare l’esistenza effettiva della mail comunicata e la proprietà di quest’ultima.

Il tasso di conversione sarà sicuramente più elevato, e ci sarà un numero minore di segnalazioni di spam.

BigData si occupa di generare liste di contatti altamente profilate, in linea con il GDPR e i contatti sono inviati realtime al richiedente.

Richiedi un gratuitamente un preventivo o una consulenza.

Facebook

Contatti
Chiudi