Direct Mail Marketing

Invia la tua comunicazione commerciale

Direc Mail Marketing

DEM, Direct Email Marketing, altro non è che un’attività pubblicitaria che consiste in un invio di un messaggio tramite una mail ad una lista di utenti. Questi sono scelti in base a determinate caratteristiche: si può targetizzare i propri destinatari per tutta una serie di fattori come età, residenza, titolo di studio, interessi, ecc. Prima di addentrarci nell’illustrare in maniera precisa cosa è realmente la direct email marketing, soffermiamoci su come è nata. Siamo negli anni ’90 e nonostante internet non sia ancora diffusa, l’email è già particolarmente diffusa. Questo però non spinge i pubblicitari ad utilizzarla, anzi. In questo periodo si prediligono i banner ma le cose sono destinate a cambiare. Ciò avviene agli inizi del 2000: la DEM inizia a diffondersi fino a diventare uno dei mezzi più utilizzati nell’ambito del marketing online.

Ma cosa è effettivamente una DEM? In cosa consiste e come si crea? Senza entrare in aspetti troppo tecnici, l’email direct marketing è un’immagine grafica – più grande di un banner ma più piccola di una pagina web – che è inviata ad un determinato gruppo di destinatari presente in un database online. Gli indirizzi email possono derivare dalla registrazione ad un sito, o essere in possesso di una società ad hoc: ovviamente tutti i destinatari devono aver dato il consenso all’invio di materiale di questo tipo. Caratteristica fondamentale è il tipo di messaggio che è essenzialmente pubblicitario. Al contrario delle newsletter non presenta altro testo e tutta la comunicazione è incentrata esclusivamente sulla sponsorizzazione.

Si può dire che la Direct Email è la versione digitale del vecchio marketing cartaceo ed è uno strumento molto utile per aziende o enti. In particolare una DEM può essere utilizzata per: inviare comunicazioni commerciali ai propri clienti (fidelizzazione) oppure cercare nuovi clienti (conquista).

Fondamentale affinché abbia successo è la targetizzazione dei destinatari. Di solito inviare una DEM significa affidarsi ad una società esterna di raccolta dati, indicando loro il profilo del target da prendere in considerazione per l’invio. La società o comunque chi possiede il dabatase con gli indirizzi mail, estrapola tutti gli utenti che rientrano nel profilo – definito listing – e poi si procede con il delivery, ovvero la spedizione. In questo modo la lista degli indirizzi mail non è di proprietà di chi richiede la DEM ma restano nelle ‘mani’ dell’azienda che fa il listing, rispettando le varie norme sulla privacy.

Dopo aver visto cos’è una DEM, cerchiamo di capirne l’efficacia. Il direct email marketing funziona se funziona – come accennato – la targetizzazione e se il messaggio pubblicitario è fatto bene. Tra i vantaggi delle DEM c’è proprio quello di essere una comunicazione diretta, rivolta a una specifica fascia di utenti. Così, grazie alla profilazione dei destinatari, questo messaggio pubblicitario arriva esclusivamente a contatti qualificati, generando ottimi risultati. Altra caratteristica importante dell’email direct marketing riguarda la durata della campagna. Al contrario di ciò che accade con altri canali, una DEM può avere un lasso di tempo estremamente ristretto, anche solo un giorno per intenderci. E’ ideale allora per lanciare ad esempio nuovi prodotti o per determinate promozioni.

Proviamo a ricapitolare:

- La DEM è una comunicazione prettamente commerciale.
- I destinatari sono decisi tramite targetizzazione e sono scelti secondo determinate linee guida.
- La durata può essere breve.

Per misurare l’efficacia si possono prendere in considerazione determinati parametri: CTR (numero di click), lead (contatti generati). Altri numeri da tenere in considerazione sono il numero di mail spedite, la percentuale di apertura dei messaggi.